Rappresenta uno dei principali centri universitari nel meridione italiano ad eseguire interventi di chirurgia fetale ecoguidati per il trattamento di alcune malformazioni congenite. Rappresenta un fondamentale ausilio per l’integrazione diagnostica ecografica affiancando la Medicina della Riproduzione e la Chirurgia endoscopica e provvedendo alla diagnosi ecografica per il Day Hospital di afferenza. Presso lo stesso centro si eseguono inoltre le tecniche diagnosi invasiva prenatale quale il prelievo dei villi coriali, l’amniocentesi e la cordocentesi, per la valutazione del cariotipo fetale e la diagnosi di patologie genetiche rilevabili. Importante è inoltre lo studio delle patologie anatomiche alla base della condizione di infertilità e sterilità. In particolare, grande esperienza è stata maturata nella diagnosi delle malformazioni uterine, con ecografia 2D e 3D, e nella patologia uterina miometriale e cavitaria più in generale.

Nelle indicazioni appropriate la sonoisterosalpingografia, una tecnica ecografica minimamente invasiva consente, mediante infusione di soluzione fisiologica, di valutare la regolarità della cavità uterina e la pervietà delle tube. Una particolare attenzione viene rivolta alla diagnosi e all’inquadramento delle pazienti affette da endometriosi ed adenomiosi la cui definizione  consente in un secondo momento la correzione chirurgica della patologia prima di affrontare una tecnica di fecondazione assistita. Il lavoro del Servizio di Ecografia continua, inoltre, in corso di gravidanza, in caso di successo della tecnica, eseguendo gli esami ecografici del I Trimestre, l’esame morfologico strutturale del II trimestre, l’ecocardiografia fetale e la Doppler flussimetria materno-fetale, operando a stretto contatto con l’Ambulatorio di Gravidanze a Rischio, Diagnosi e Prevenzione del Parto Pretermine e Gemellologia, annesso al Centro di PMA.

L’ambulatorio ha differenti sezioni dedicate alla gemellologia, alla diagnosi e prevenzione del parto pretermine ed alla diagnosi e trattamento del ritardo di crescita intrauterina, patologie frequenti nelle gravidanze di pazienti over 35 anni e in quelle ottenute dopo tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita.

L’ambulatorio è direttamente collegato al Reparto di Gravidanze a Rischio, ove le patologie che più frequentemente costituiscono causa di ricovero sono le seguenti:

  • Minaccia di parto prematuro
  • Rottura prematura delle membrane
  • Iperstimolazione ovarica con gravidanze plurime
  • Minaccia d’aborto, gravidanze ectopiche ed eterotopiche
  • Oligo e polidramnios
  • Ipertensione gestazionale
  • Preeclampsia
  • Diabete gestazionale
  • Ritardo di crescita intrauterina
  • Anomalie della placentazione (placenta previa, accretismo placentare)
  • Malformazioni fetali
  • Patologie internistiche in gravidanza (trombofilia, malattie autoimmuni, malattie dell’ apparato emopoietico, digerente e respiratorio, malattie cardiache, neurologiche e disendocrine).

Responsabile : Prof.ssa Mariavittoria Locci, Dott. Giovanni Nazzaro

Orari : Lunedì e Venerdì : 09:00 – 13:00