Blog categories

Comments

Procreazione Medicalmente Assistita: l’importanza di una comunicazione a più voci

Valerio Pisaturo, Embriologo dell’ospedale Evangelico Internazionale di Genova, espone il suo punto di vista circa l’interazione fra operatori sanitari dei Centri di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) e coppie. L’embriologo ha un ruolo chiave, nell’ambito dei Centri di PMA, ma non sempre ha l’opportunità di condividere le informazioni sui cicli di PMA con la coppia e, quando ce l’ha, può non avere le capacità e l’abitudine a interagire con gli utenti. Infatti, come per il Corso di Studi in Medicina, anche quello in Biologia, che forma gli embriologi, non prepara a giocare tale ruolo.

Dello stesso parere Laura Privitera, medico del Centro di PMA dell’Ospedale San Raffaele di Milano, che spiega che comunicare alla coppia informazioni “critiche” come quelle relative all’insuccesso di un ciclo di PMA o quelle che illustrano una procedura di laboratorio può essere molto difficile. Inoltre, condividere l’interazione con la coppia e con altri operatori del Centro, come gli embriologi, può essere di grande aiuto, anche per far capire alla coppia che tanti professionisti si stanno impegnando per realizzare il suo sogno: avere un figlio. Valerio Pisaturo e Laura Privitera concordano pienamente su un punto: corsi e occasioni di addestramento all’interazione sono molto utili a far crescere negli operatori le abilità di comunicazione.

Redazione Fondazione Cesare Serono

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-color: #9cc2af;background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: fixed;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 160px;}div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container.dfd_stun_header_vertical_parallax {-webkit-transform: -webkit-translate3d(0,0,0) !important;-moz-transform: -moz-translate3d(0,0,0) !important;-ms-transform: -ms-translate3d(0,0,0) !important;-o-transform: -o-translate3d(0,0,0) !important;transform: translate3d(0,0,0) !important;}